lunedì 25 febbraio 2013

Programmi Hosted Buyers Marzo 2013



Se avete i requisiti per essere considerati HOSTED BUYERS in Marzo avete a disposizione le seguenti iniziative:


Bmt Tourism – Naples - Italy
Confex  -  London
DMAI's Destinations  -  Washington DC
Emif - Brussels  ???
ExMeetEx workshop
Gibtm - Abu Dhabi - U.A.E.
Heavent Meetings sud - Cannes
Meetings Africa - Johannesburg
Meeting Place Berlin
Mice Pro - Bucharest


Per le date esatte guardate il calendario fiere complete su www.meetingstime.it cliccando su industry fairs oppure su http://www.kangocorp.com/industryfairs.asp

l'ultima ruota del carro....



Da poco la Presidenza del Consiglio  dei Ministri e il Ministero per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport hanno presentato il Piano Strategico per lo sviluppo del turismo in Italia che parla del settore congressi in una pagina delle 90 totali del documento.
Dalla presidenza Federcongressi Paolo Zona dice che «È vergognoso, oltre che assai improprio dal punto di vista strategico, dare un ruolo così secondario proprio al segmento del turismo cui le statistiche assegnano il primo posto nel giro d’affari, nella capacità di spesa degli utenti e nell’indotto, ed è una grave prova di leggerezza e di miopia." www.meetingstime.com è il portale ufficiale di www.theincentiveclub.com ma se siete un professionista del settore congressi potete entrare liberamente come ospite e contattare direttamente le strutture congressuali italiane ed i convention bureau ancora aperti.

venerdì 23 marzo 2012

Hosted Buyer Programs

Se avete i requisiti per essere considerati HOSTED BUYERS in Aprile sfruttate le seguenti iniziative:

Meet Estonia 2012

HRD 2012  -  Olympia, London 

Meeting Luxury - Lugano - Switzerland

Per le date estate guardate il calendario fiere complete su

oppure su

Mercato congressuale in crisi ??

Le difficoltà del sistema congressuale italiano sono dovute principalmente alla flessione della domanda interna, e sono state accentuate da limiti gestionali e manageriali sia sul fronte pubblico, sia su quello privato, ma anche la mancata vendita di spazi per congressi alla clientela internazionale fa sentire pesantemente la sua parte. Chi organizza congressi  sceglie fra destinazioni anche molto distanti  e,  specialmente in questo momento, più in base al prezzo  che alla qualità.  L’Italia,  anche a causa degli alti  costi differenziali delle aziende italiane (servizi bancari, servizi pubblici, costi energetici) e di un’ IVA che arriverà al 23%  viene tagliata fuori da chi deve considerare budgets all’ altezza dei tempi, e le aziende congressuali italiane pagano i servizi molto più dei loro concorrenti mondiali.  
La sostanziale carenza d’immagine per mancanza di fondi fa sì che spesso le destinazioni italiane non entrino neppure in competizione con le grandi capitali mondiali, mentre in altri paesi l’azione di governo incentiva in maniera significativa l’investimento congressuale. Gli investimenti congressuali (hardware e software) che molti hanno effettuato  ha aumentato la competitività relativa di molti paesi, mentre l’Italia invece ha investito poco o niente in palazzi per congressi e ancor meno in software e promozione congressuale.  In sintesi, nonostante le recenti iniziative – leggi nuovo convention bureau ecc. – non siamo ancora riusciti ad affermare la marca “Italia congressuale” a livello mondiale, mentre furoreggiano sempre e dappertutto pizza, chitarra e mandolino

martedì 22 novembre 2011

New Info - questo mese abbiamo aggiunto ......

questo mese per i Vostri Meetings, Congressi e Viaggi Incentive abbiamo aggiunto
39 special venues
54 conference hotels
14  conference centers
Auguri di buon lavoro a tutti